cenni di optometria aggiornamento

notizie

cenni di optometria aggiornamento
ANATOMIA E FISIOLOGIA DEL SISTEMA VISIVO


LA CORNEA: è la parte anteriore, trasparente e convessa, del bulbo oculare ed è il principale mezzo rifrattivo dell’occhio. Non è vascolarizzata, perché questo sarebbe incompatibile con la sua funzione ottica, ed è la particolare disposizione delle fibre che la compongono che origina la sua eccezionale trasparenza.
La cornea si continua con la SCLERA, la parte bianca del bulbo che si estende posteriormente 
sino a racchiudere completamente l’occhio.
Cornea e sclera costituiscono una struttura chiamata tunica fibrosa, caratterizzata da una notevole robustezza, che contiene e protegge le strutture interne dell’occhio.



L’IRIDE: è un’esile membrana, mobile e pigmentata, che ha funzione di diaframma del sistema ottico. L’iride forma al suo centro un foro il cui diametro varia a seconda della stimolazione luminosa: LA PUPILLA.



IL CRISTALLINO: è una piccola lente biconvessa, sospesa dietro l’iride, che può variare la propria curvatura e quindi il potere rifrattivo, permettendo la formazione dell’immagine di oggetti posti a differenti distanze sulla retina. Questo processo è chiamato accomodazione.



LA RETINA: è la più interna delle tre strutture che avvolgono l’occhio, la sua tunica nervosa, ed è la sede dei fotorecettori, le particolari cellule nervose che trasformano una stimolazione luminosa in un insieme di segnali elettrici. I fotorecettori effettuano una sorta di decodificazione che rende possibile la trasmissione di tutte le informazioni lungo il nervo ottico, sino alla corteccia cerebrale.
La retina è avvolta dalla coroide, una fitta rete di capillari e vasi sanguigni.







COSA SONO LE AMETROPIE?


In condizioni fisiologiche, cioè senza bisogno di accomodazione e con lo sguardo posto all’infinito, la messa a fuoco del nostro sistema ottico oculare si forma sul piano della retina e questa situazione di normalità viene definita col termine di EMMETROPIA.


Quando invece le capacità del nostro sistema refrattivo sono alterate, ed esso non è in grado di formare l’immagine di un oggetto sul piano retinico, la condizione viene definita AMETROPIA.


Le ametropie, che possiamo chiamare anche vizi o difetti refrattivi,  più comunemente  presenti sono la MIOPIA, l’IPERMETROPIA e l’ASTIGMATISMO e sono causate da un’errata correlazione fra le dimensioni dei tessuti oculari o da un anomalo adattamento alle condizioni ambientali.


Diversi sono invece i fattori che determinano l’anomalia refrattiva che conosciamo come PRESBIOPIA, fattori legati esclusivamente all’inevitabile processo dell’invecchiamento e che quindi non includono questo difetto nelle ametropie.








Box Login Accedi al sistema
Username
 
Password
 
Box Login In evidenza
Box Login Notizie da OtticaSport.COM
mer, feb 27, 2013
cenni di optometria aggiornamento
dom, feb 24, 2013
Trivex